Vigilia di Genoa-Napoli: la conferenza stampa di Garcia in cinque punti

0
207




L’allenatore del Napoli Rudi Garcia in conferenza stampa ha presentato la sfida di campionato contro il Genoa in programma domani allo stadio Marassi di Genova.

I passaggi più importanti della conferenza stampa di Garcia.

  1. Sulla rosa a disposizione.
    “Ho ritrovato ieri tutto il gruppo, ma molti erano stanchi per poter fare tutto il lavoro normale, viaggiando di notte, quindi solo oggi… ma facendo attenzione perché alcuni non hanno recuperato al 100% ma sono contento di non avere infortunati. Politano dovrebbe essere con noi, anche se non ha i 90 minuti per non rischiarlo, ma dovrebbe esserci dall’inizio o in corsa”.
  2. Sull’utilizzo di Natan in vista dei tanti impegni ravvicinati.
    “Sette partite in 23 giorni, è come una maratona e dobbiamo iniziare bene e avere tutto il gruppo a disposizione. Darò spazio a chi lo merita, a chi è pronto, ma la squadra che inizierà non sarà la stessa che ha iniziato con la Lazio. Natan? Abbiamo fatto un lavoro preciso per lui, personalizzato. E’ arrivato anche con un piccolo fastidio al ginocchio, ma sta sparendo”.
  3. Su Raspadori e gli altri attaccanti.
    “Ho sempre detto che può giocare in tutti i ruoli in attacco, compreso il 9, ma può giocare anche mezzala per le sue qualità, per lui sarebbe meglio non essere solo una punta perché c’è Osimhen ed è difficile avere minuti. Lui è bravo dappertutto, lo useremo dove serve e dove c’è spazio. Osimhen e Simeone insieme? Li abbiamo visti quando provavamo a ribaltare il risultato. Cholito ci dà questa possibilità, ma anche Raspa”.
  4. Sul rendimento nelle prime tre partite.
    “Abbiamo vinto le prime due, non abbiamo sbagliato la terza dove abbiamo fatto un ottimo primo tempo. Dobbiamo migliorare la gestione e quando puoi fare gol devi farli. Dobbiamo gestire tutta la gara con qualità, ma quando non è così quando siamo al meglio devi segnare e metterti al riparo se la squadra avversaria fa due tiri e subito due gol. Genoa? Non è solo una squadra solida ma anche una squadra che non ti concede molto. “.
  5. Sulle parole di De Laurentiis.
    “Il presidente ha ragione, c’è una striscia lunga di partite, dobbiamo mostrare già di aver fatto lavoro importante, ma tanto altro c’è da fare e migliorare. Avere il possesso e palleggiare è una delle qualità, ma dobbiamo sfruttarlo al meglio e finalizzare.  Ogni 3 giorni ovviamente c’è meno tempo per lavorare con la squadra, ma si può sempre migliorare”.