Vincere per ridimensionare la Juventus, ma Ancelotti deve essere bravo in una cosa

0
913




Non è una sfida scudetto. Quello ormai è andato dopo le ‘puntuali’ sviste arbitrali dei recidivi Calvarese in Empoli-Juventus, Mazzoleni in Milan-Juventus, Guida in Torino-Juventus, Valeri in Juventus-Sampdoria. Senza dimenticare Chiffi vs Callejon in Napoli-Chievo

Ma Napoli-Juventus è sempre una partita ricca di fascino, malgrado un sistema… di ‘casualità’ che sta facendo di tutto per aiutare la squadra di Allegri a concentrarsi senza problemi sul suo cammino in Champions League.

Battere la Juventus, al di là dell’ormai superata concezione provinciale di considerarla una vittoria salva-stagione, avrebbe il sapore dello ‘sfizio’ di ridimensionare la riconosciuta superiorità della squadra di Allegri. Una vittoria del Napoli significherebbe annunciare al calcio italiano che il distacco in classifica è bugiardo, ‘esasperato’ da quelle sviste che hanno inciso non poco sulla lotta scudetto.

Una sconfitta del Napoli o un pareggio invece non cambierebbero per nulla le valutazioni della stagione delle due rivali sportive di sempre. Positiva quella del Napoli che ha fatto meglio del 5°-6° posto pronosticato ad agosto. Deludente quella della Juventus in caso di mancata vittoria in Champions. Non serve Ronaldo per perdere la Coppa Italia vinta l’anno scorso e vincere uno scudetto portato a casa anche con Matri e Vucinic in attacco.

C’è invece un aspetto importante che riguarda il Napoli in vista della gara di Europa League contro l’ostico Salisburgo in programma giovedì prossimo al San Paolo.

Nel bene (una vittoria) o nel male (una sconfitta) Ancelotti dovrà essere bravo a gestire il post partita con la Juventus. Fondamentale spegnere il fuoco dei facili (quanto inutili) trionfalismi in caso di successo e non far scendere il morale sotto i piedi in caso di un’ininfluente sconfitta.

Ma Ancelotti per fortuna è allenatore di caratura internazionale, allenatore che ha vinto tanto e con la mentalità vincente tipicamente europea.

Godiamoci quella che si annuncia una serata di grande calcio, sviste permettendo.

Ma Napoli e i napoletani devono concentrarsi e riempire il San Paolo soprattutto contro il Salisburgo.

Quella sì è una partita da vincere. A tutti i costi.

Buon Forza Napoli a tutti.