Napoli-Union Berlino 1-1: tutti i commenti degli azzurri

0
127
Fonte SSC Napoli.




Alcuni tesserati del Napoli ai microfoni dei media e sui social hanno commentato la gara di Champions League giocata contro l’Union Berlino al Maradona.

I tesserati del Napoli alle TV.

Di Lorenzo.
“Dovevamo gestire meglio il vantaggio. Non si può prendere un gol così. Abbiamo battuto l’angolo velocemente e non eravamo in posizione. Abbiamo preso una ripartenza che non dovevamo prendere. E’ un episodio e queste partite le decidono gli episodi. Dispiace per il pareggio, avremmo meritato la vittoria. Abbiamo fatto una buona partita anche se dovevamo gestire meglio qualche ultimo passaggioe avere un po’ di concretezza. Avevamo visto che pure all’andata era stato difficile sbloccare la partita, questa volta ci siamo riusciti nel primo tempo e dovevamo cercare di fare il secondo gol. La prestazione c’è stata e dobbiamo guardare avanti alle prossime partite”.

Raspadori.
“Abbiamo creato tanto, ma non siamo riusciti a segnare il secondo gol. Ci sta mancando lucidità nelle scelte, non siamo riusciti a concretizzarle le occasioni create nel finale per colpa della stanchezza. Stiamo sicuramente segnando meno di quanto vorremmo. Non abbiamo ancora parlato del gol subito, ma dalle espressioni che avevamo si capiva il nostro rammarico. In Champions un errore si paga, e la partita diventa difficile. Siamo dispiaciuti per il risultato finale, ma l’unica cosa che ci possiamo rimproverare è come abbiamo subìto gol e non essere riusciti a farne un altro. Dobbiamo prendere le cose positive di questo match e ricominciare a lavorare. La nostra mentalità resta la stessa, abbiamo altre partite da giocare in breve periodo e vogliamo vincerle”.

Politano.
“Abbiamo fatto quel che dovevamo, concedendo poco agli avversari. Siamo stati anche un po’ sfortunati. abbiamo fatto una grande partita, specie nel primo tempo. Il gol dell’Union Berlino è un po’ inspiegabile, perché era possesso nostro e in Champions i dettagli fanno la differenza e noi non siamo stati perfetti. Ci è mancato l’ultimo passaggio o comunque le ultime scelte sotto porta, non siamo stati bravi, abbiamo avuto molte occasioni potenziali ma non le abbiamo concretizzate. Comunque, ci sono altre due partite e dobbiamo lavorare”.

Rrahmani.
“Da un calcio d’angolo per noi abbiamo subito un contropiede che ha permesso all’Union Berlino di pareggiare: non eravamo ben organizzati. Questa volta abbiamo sbagliato sul nostro posizionamento e analizzeremo insieme cosa non ha funzionato per migliorare. Empoli? Non so ancora se ci sarò, stiamo valutando”.

Garcia.
“Dal punto di vista dell’impegno e della lotta era la partita che ci aspettavamo. E’ stata la tipica partita dove c’è una squadra che ha prodotto gioco e ha creato occasioni, ma non ha segnato il secondo gol e ha sbagliato in occasione del pareggio degli avversari. Il gol preso rovina tutto perché meritavamo di vincere. Abbiamo fatto la gara quasi giusta anche se potevamo attaccare meglio. Non puoi prendere un gol così su un calcio d’angolo nostro. Questa è stata l’unica cosa negativa.

Di solito siamo tre dietro, però quando vinciamo siamo quattro. Forse hanno calciato velocemente il corner e non abbiamo fatto in tempo a riprendere le posizioni. Deve servirci da lezione per le prossime partite. Real Madrid? Abbiamo dimostrato di poter giocare alla pari con loro, andiamo a Madrid con la voglia di fare un risultato positivo e poi battere il Braga. Maradona tabù? Questa statistica finirà domenica, adesso dobbiamo recuperare perché la Champions porta via tante energie. Bisogna tornare a vincere in campionato”.

Sui social e dal web.

Politano.
Siamo dispiaciuti, inutile nasconderlo. Dobbiamo solo continuare a lavorare: è ancora tutto aperto e vogliamo andare avanti in Champions“.

La SSC Napoli sul sito ufficiale.
Un’ora e mezza di dominio pressoché continuo. Eppure finisce in pareggio Napoli-Union Berlino. Un esito che può essere spiegato solamente scartabellando le regole scritte con inchiostro simpatico nelle pieghe dell’imponderabile calcistico. I tiri in porta azzurri sono elevati alla potenza, le occasioni da gol appartengono alla doppia cifra, il possesso palla e la mole di gioco sono da tabella unilaterale e inequivocabile. Ma il fascino misterioso del pallone è anche negli episodi imprevedibili. Finisce 1-1, la classifica del Girone sorride comunque al Napoli che è al secondo posto saldamente a due giornate dal termine. Si riprende domenica ad ora di pranzo contro l’Empoli per riannodare il cammino positivo in campionato. Poi ci sarà la sosta ed un Novembre di eventi da prima fila. L’emozione azzurra continua”.

QUI il commento di Rudi Garcia in conferenza stampa.