La scheda. Fabbri, l’arbitro dal grande feeling con il VAR

0
111




Per Napoli-Genoa, gara della 37° giornata del campionato di Serie A, è stata designata una sestina arbitrale guidata dall’arbitro Fabbri.

Questa la sestina completa designata per la gara in programma allo stadio Maradona domenica 15 maggio alle ore 15:00:

  • ARBITRO: Michael FABBRI della sezione di Ravenna
  • assistenti di linea: Passeri e Costanzo;
  • IV uomo: Giua;
  • addetto al VAR: Abisso;
  • assistente al VAR: Maggioni.

L’arbitro Michael Fabbri, 38enne geometra nato a Faenza in provincia di Ravenna, ha esordito in LegaPro nel 2009 per passare poi in Serie B nel 2012. Dalla stagione 2015-2016 ha iniziato ad arbitrare in Serie A dove ha collezionato 108 presenze.

Nominato arbitro internazionale nel 2019 ha collezionato 1 presenza in Conference League, 1 in Europa League e 2 nei preliminari della stessa competizione.

Arbitro considerato da molti addetti ai lavori presuntuoso, è tenuto in grande considerazione dai vertici arbitrali anche se è stato spesso travolto da polemiche per i suoi arbitraggi. Disponibile a farsi aiutare dal VAR, specialmente quando c’è un collega con maggiore personalità. Fabbri cerca sempre di tenere in pugno la gara con l’uso dei cartellini come raccontano la media di circa cinque ammonizioni a partita e la media delle espulsioni è di 1 ogni circa 3 partite.

Fabbri ha diretto  9 volte le gare del Napoli (in questa stagione Salernitana-Napoli 0-1) terminate per gli azzurri con 3 vittorie, 5 pareggi e 1 sconfitta. Ma nella scorsa stagione Fabbri ha ‘contribuito involontariamente (si spera)’ alla qualificazione in Champions della Juventus ai danni del Napoli. In Napoli-Cagliari annulla il gol regolare del 2-0 di Osimhen, in Torino-Juventus non ha concesso un rigore netto per fallo sul granata Belotti.

Sono invece 10 i precedenti del Genoa con l’arbitro Fabbri terminati con 1 vittoria, 1 pareggio e 8 sconfitte. Fabbri è all’esordio stagione con i rossoblù. 

Fabbri non ha mai arbitrato una sfida tra Napoli e Genoa.