Gli avversari. Lo Spartak Mosca una squadra poco dell’est

0
79




Nella quinta giornata dei gironi eliminatori dell’Europa League 2021-22 il Napoli affronta in trasferta i russi dello Spartak Mosca.

  • Nome completo. Futbol’nyj Klub Spartak-Moskva.
  • Nazionalità. Russia-Mosca.
  • Anno fondazione. 1922.
  • Simbolo. Soprannominato ‘La carne’ (in russo Mjaso) per una società di carne in scatola che ha sponsorizzato il club per diversi anni, il simbolo è un rombo bianco e rosso con una C al centro che accoglie un pallone.
FC Spartak Moscow - Wikipedia
  • Stadio. Stadio è il Otkrytie Bank Arena con una capienza di 44.190 spettatori.
Otkrytie Arena - Mondiali di calcio
  • Centro di allenamento. Academiya Konopleva Youth ‑ Ural Youth
  • Sponsor. Main: Lukoil. Tecnico: Nike.
  • Gemellaggi. Nessuno in particolare.
  • Rivalità. Con tutte le altre squadre di Mosca.
  • Colori sociali. Bianco e rosso
  • Valore della rosa. Dall’età media di 26,1 anni, sulla carta ha un valore di circa 125 milioni di euro.
  • Top-players in squadra. Nessuno in particolare anche se gli idoli dei tifosi sono l’ex Roma Ponce e il nigeriano Moses.
  • Hall of fame. In passato hanno vestito la maglia dello Spartak Mosca
    La stella del calcio russo il portiere Rinat Dasaev, l’ex Napoli Nikola Maksimovic, l’argentino Cavenaghi, Mostovoj, Nigmatullin, Shalimov, Pasalic, Schurlee.
  • Palmares. Nella sua storia lo Spartak Mosca:
    12 Campionati Sovietici;
    10 Campionati Russi (ultimo nel 2017);
    10 Coppe Sovietiche;
    3 Coppe Russe;
  • Miglior risultato europeo. La semifinale di Coppa UEFA 1992-93 persa con i belgi dell’Anversa.
  • I precedenti con il Napoli. Leggi qui.
  • Gli ex. Nessuno.
  • In Europa League: dopo aver perso il play-off di Champions League con il Benfica da 2°classificato nella Premier League russa.
  • Il rendimento del 2021-22. In campionato è al decimo posto con 19 punti dopo 5 vittorie, 41 pareggio e 6 sconfitte con 17 gol fatti e 21 subìti. In Europa ha perso il play-off di Champions League con il Benfica (doppia sconfitta per 0-2), ha perso la prima gara dei gironi 0-1 in casa con i polacchi del Legia Varsavia, ha vinto 3-2 a Napoli, perso 3-4 in casa con il Leicester e pareggiato in Inghilterra 1-1.
  • Allenatore. Da questa stagione in panchina c’è il 51enne portoghese Rui Vitoria che però vede il suo futuro legato all’esito della gara con il Napoli.
Rui Vitória - Wikiwand
  • Presentazione. Lo Spartak Mosca è in una fase di rifondazione e non ha ancora una sua identità ben definita. Non è la classica squadra dell’est europeo tutta corsa e fisicità ma in questo avvio di stagione ha dimostrato di prediligere molto il palleggio con molti cambi di gioco e con improvvise verticalizzazioni per sorprendere la difesa avversaria alle spalle sfruttando molto l’inserimento degli esterni. Contro il Napoli lo Rui Vitoria non può sfruttare la capacità dell’argentino Ponce di attaccare lo spazio centralmente e quindi deve trovare soluzioni differenti per superare la difesa azzurra. Di solito non va a pressare l’avversario molto alto ma dalla trequarti adottando anche un uomo contro uomo in fase di non possesso. La squadra russa ha proprio nella fase difensiva il suo tallone d’Achille.
  • Modulo principale. Rui Vitoria predilige il 3-4-3 contro squadre che ritiene alla portata dello Spartak ma che diventa 4-3-2-1 contro squadre di un livello superiore.