Nuova Coppa Italia: il regolamento e tutte le sfide fino alla finale, il Napoli atteso da tre big match

0
579




La Lega di Serie A ha comunicato il nuovo format della Coppa Italia chiarendo gli aspetti del regolamento e in allegato anche come sarà formato il tabellone delle partite dai turni preliminari fino alla finalissima.

Partiamo dal regolamento, sintetizzando i punti più importanti.

  • Partecipano 44 squadre (20 di Serie A, 20 di Serie B e 4 di Serie C).
  • Ad ogni squadra è assegnato un numero in tabellone in base alle posizioni in classifica ottenute nella stagione precedente con l’eccezione del numero 1 assegnato alla squadra detentrice e di conseguenza il numero 2 che spetta alla squadra campione d’Italia in carica (per vedere i parametri di valutazione CLICCA QUI).
  • Sono previsti in gara unica a eliminazione diretta (in caso di parità dopo i tempi regolamentari si va ai supplementari ed eventualmente ai calci di rigore):
    a) un turno preliminare;
    b) trentaduesimi di finale;
    c) sedicesimi di finale;
    d) ottavi di finale;
    e) quarti di finale.
  • La semifinale si gioca con gare di andata e ritorno e la squadra finalista è determinata secondo gli attuali parametri previsti per le coppe europee.
  • La finale è prevista allo Stadio Olimpico di Roma ma potrebbe anche cambiare sede; in caso di parità dopo i tempi regolamentari si va ai supplementari ed eventualmente ai calci di rigore.
  • Le squadre con il numero in tabellone più basso giocano in casa le gare a eliminazione diretta e il ritorno della semifinale.
  • In caso di due squadre che giocano nello stesso giorno nello stesso stadio quella con il numero più basso deve ricorrere all’inversione di campo (Es. Inter e Milan al Meazza sarà l’Inter a giocare in casa e il Milan a dover invertire il campo con la propria avversaria).
  • Sono previste cinque sostituzioni a squadra per ogni partita per un massimo di tre interruzioni, con la possibilità di una sesta sostituzione durante i tempi supplementari.
  • Gli incassi al botteghino di ogni gara, al netto di un 10% detratto per le spese previste per l’affitto del campo, l’organizzazione e gli oneri fiscali è diviso al 50% tra le due squadre, tranne quello delle semifinali che va interamente alla squadra di casa.
  • Le ammonizioni accumulate fino ai sedicesimi di finale vengono cancellate prima della disputa degli ottavi di finale.
  • In tutte le gare è previsto l’utilizzo del VAR mentre la Goal Line Technology è prevista solo a partire dagli ottavi di finale.

Se sarà confermata la formazione del tabellone in base a quanto previsto dal regolamento, il Napoli potrebbe incrociare il suo cammino con la Fiorentina di Gattuso in casa negli ottavi, con l’Atalanta in trasferta nei quarti e con la Juventus in semifinale con l’andata al Maradona e il ritorno allo Stadium. Ovviamente salvo clamorose sorprese.

In attesa della conferma ufficiale della Lega di Serie A, anche in base alla possibilità di iscrizione ai campionati di tutte le squadre, vediamo come potrebbe essere il tabellone PROVVISORIO della Coppa Italia fino alla finalissima.

LATO SINISTRO (con il Napoli).

LATO DESTRO.