Il campionato del Napoli non è ancora finito, manca un tassello importante: il rispetto per i tifosi

0
1385




Per tanti l’amore per la maglia o l’emozione per un gol dei propri idoli anche se con le rispettive nazionali, bastano per dimenticare quel maledetto Napoli-Verona che ha chiuso nel peggiore dei modi la fallimentare stagione 2020-21 del Napoli.

Tanti altri tifosi invece, probabilmente la maggioranza, non riescono a mettere una pietra sopra al campionato terminato e non si sentono ancora pronti a tuffarsi in quello che inizia il prossimo 22 agosto.

Alcuni di loro ancora si chiedono cosa sia successo tra Fiorentina-Napoli e Napoli-Verona.

Se è stato sbagliato il lavoro settimanale di preparazione alla gara o l’approccio mentale alla partita. Se invece è vera come sostengono alcuni bene informati la discussione pre-gara tra i senatori della squadra e la SSC Napoli (mai smentita a dire il vero) o piuttosto una semplice ma importante carenza caratteriale dei calciatori mostrata anche in altre partite decisive della stagione. Il tutto ovviamente al netto degli errori di formazione, sostituzioni e tattici di Gattuso.

Altri tifosi delusi invece si sarebbero accontentati di un semplice gesto di scuse, magari anche con banali parole di circostanza.

Non tanto per il gesto in se, ma perché sarebbe stato UN SEGNALE DI RISPETTO che squadra e società avrebbero avuto verso i PROPRI TIFOSI (o clienti come sono stati definiti in passato).

Dopo i legittimi tweet per comunicare l’esonero di Gattuso e quelli di smentita circa le pressioni del Napoli sull’UEFA per la faccenda Superlega e del possibile coinvolgimento del vice presidente Edo De Laurentiis nella NECESSARIA riorganizzazione del settore giovanile, basterebbe un nuovo quarto tweet CHE DIA UN VERO SEGNALE DI RISPETTO PER I TIFOSI.

Così società, squadra e tifosi potrebbero davvero tornare a lottare “spalla a spalla e sin prisa ma sin pausa” come ci ha insegnato Rafa Benitez.

Buon Forza Napoli a tutti!