Mauro Guerrera: “Alla nazionale serve un selezionatore, a Sassuolo Sarri può sfatare un tabù”

0
540




Il nostro Direttore Mauro Guerrera, è intervenuto alla trasmissione “Gazzetta Azzurra” ideata e condotta dal collega Silvio Elia Ferrara.

Tra gli argomenti trattati il momento della nazionale italiana e la lotta scudetto che vede protagoniste il Napoli e la Juventus.

Queste le dichiarazioni del Direttore di Football Napoli News.

Sulla Nazionale.

“Mi auguro che con l’eliminazione dai mondiali il calcio italiano abbia toccato il fondo e che ora si può solo migliorare. Per il futuro mi auguro che a guidarla venga scelta un selezionatore-motivatore e non un allenatore, in pratica un ruolo alla Bearzot anche se la difficoltà di oggi è che il nuovo CT non può contare sul blocco di una squdra come fece Bearzot ai mondiali del 1978 e quelli vinti nel 1982 quando si affidò al gruppo-Juventus che in quel momento era il meglio che ci fosse in Italia. Oggi avere un blocco tutto italiano già affiatato in un club è difficile. Basta ricordare che Napoli e Juventus, le migliori squadre italiane in questi ultimi anni tra i quattro del vivaio imposti dalla norma sul tetto delle rose ne hanno solo due a testa: Pinzoglio e Marchisio la Juve, Sepe e Insigne il Napoli. Insigne come Baggio? Baggio ha avuto la fortuna che gli è stato concesso di essere libero dagli schemi per esprimere il suo talento. La cosa che noto è che molti calciatori italiani difettano nella tecnica individuale il che mi fa pensare che a livello giovanile si curi poco questo aspetto. A livello giovanile più che allenatori  che pensano alla tattica  servono dei formatori-educatori di calciatori”.

Sul Napoli.

“A Sassuolo partita complicata. La squadra di Iachini cerca i punti qualificazione e poi c’è quel legame speciale con la Juventus e per questo giocheranno come al solito contro il Napoli la partita della vita.
Spero di vedere Hysaj in campo visto che ha lo stesso passo di Politano contro il quale Maggio potrebbe andare in difficoltà anche se la bandiera azzurra ha sempre garantito tanta qualità ogni volta è sceso in campo. Mi faccio coraggio pensando a Sarri che in trasferta contro il Sassuolo e contro Iachini non ha mai vinto e i tabù sono fatti per essere sfatati. Sulla carta invece la Juventus è nettamente favorita sul Milan però Gattuso potrebbe dare quella carica in più ai suoi calciatori e ridurre il gap con l’avversario”.