Dimaro-Folgarida giorno 3: Spalletti insiste sulla linea difensiva, Osimhen sempre più beniamino dei tifosi

0
88




Doppia seduta a Dimaro-Folgarida oggi per gli azzurri. Sia la seduta mattutina che quella pomeridiana sono state precedute da alcuni esercizi in palestra e da riscaldamento sul campo con e senza palla.

Prima di riprendere gli allenamenti sulla tattica e sui movimenti dei reparti la squadra ha eseguito degli esercizi sui circuiti con ostacoli bassi.

Torna protagonista il pallone con i calciatori abbinati prima in coppie per scambiarsi la palla poi in gruppi di tre o quattro con scambi al volo per perfezionare la tecnica.

Il lavoro tattico della mattinata ha riguardato i movimenti della linea difensiva sui calci piazzati, curando in modo particolare la scappata all’indietro sulla contro-ribattuta degli avversari verso la porta azzurra.

Addirittura Spalletti si preoccupa di indicare personalmente ai difensori come posizionarsi in barriera sulle punizioni dal limite degli avversari.

La seduta mattutina si è chiusa con esercitazioni con le conclusioni in porta.

Nelle seduta pomeridiana dopo il consueto riscaldamento con e senza palla la squadra ha disputato una partitina a campo ridottissimo massimo a due tocchi dove gol risultato non contavano, ma con le sponde laterali per migliorare gli scambi in velocità per sorprendere le difese chiuse e anche per migliorare la profondità. Partitina utile anche per allenare il pressing alto e l’uscita dal basso.

Anche se i gol non erano l’aspetto importate della partitella, applausi e boati del pubblico ad ogni gol di Osimhen, sempre più beniamino dei tifosi.

Nel corso dell’allenamento pomeridiano colpi per fortuna senza conseguenze per Ounas e Malcuit.

Leggi il report del primo giorno.
Leggi qui il report del secondo giorno.